Indietro

Le resistenze Betaseed

Resistenze e tolleranze per una crescita competitiva

La selezione di varietà di barbabietola da zucchero è iniziata soltanto nel XIX secolo. I primi processi di questo tipo vennero effettuati in regioni poco soggette alle malattie; per questo, ancora oggi, la barbabietola da zucchero non dispone di resistenze naturali.

È un dato di fatto, però, che le varietà resistenti e/o tolleranti accrescono la competitività della coltivazione ed acquistano quindi sempre maggiore importanza – anche alla luce dei cambiamenti climatici in atto. Sono inoltre parte dei programmi di protezione integrata delle coltivazioni.

Le piante possono essere dotate di vari tipi di resistenze o tolleranze: per esempio nei confronti di malattie fungine, parassiti, diserbanti e condizioni climatiche avverse. Tali proprietà sono il risultato di un’accurata opera di selezione.

Betaseed investe ogni anno notevoli risorse, con l’obiettivo di offrire:

• varietà con spiccate resistenze

• varietà con tolleranze, dotate di un rendimento analogo a quello di varietà comuni prive di tali proprietà

Le complesse condizioni di coltivazione tipiche degli USA aiutano Betaseed a sviluppare resistenze efficaci. L’incidenza naturale delle malattie e la selezione a livello locale sono infatti fattori chiave di questo processo.

Per quanto riguarda la cercosporiosi (la più importante malattia fogliare della barbabietola da zucchero) gli USA offrono opportunità di selezione uniche, in quanto riuniscono in un solo Paese una grande varietà di condizioni di coltivazione. Questo ci aiuta a sviluppare anche per l’Europa varietà tolleranti alla cercosporiosi specifiche per i diversi areali.

Nelle aree soggette a rizoctonia la barbabietola da zucchero può essere coltivata in pratica solo ricorrendo a varietà resistenti. Le condizioni di coltivazione negli USA e un’intensa opera di selezione, hanno permesso a Betaseed di sviluppare varietà tolleranti alla rizoctonia.

Calculator